PRENOTARE UNA VISITA SPECIALISTICA

Per prenotare una visita podologica (trattamento, visita biomeccanica, ortonixia), vulnologica (prevenzione e cura delle ferite cutanee), del piede diabetico, linfologica (gambe gonfie, linfedemi), telefonate, oppure se non riuscissi a rispondere, inviate un messaggio SMS oppure WhatsApp, al 348 67 17 565, 0377-390422. Grazie dr F. Granata.

Pubblicato in Uncategorized | Commenti disabilitati su PRENOTARE UNA VISITA SPECIALISTICA

Dal piede a rischio al piede diabetico il passo é breve

A questa persona è stato tagliato solo l’angolo dell’unghia, tecnica errata. Non e stato considerato ha il diabete; ha la neuropatia; ha l’arteriopatia; ha le scarpe strette, corte e basse; ha ispessimento del vallo laterale che predispone ad unghia incarnita; ha avuto infezione locale (visibile cupola della vescicola); infine hanno lasciato un pericolosissimo pezzo di unghia (specula) e no ha ricevuto nessuna educazione sanitaria. Questa persona HA QUINDI UN ALTO RISCHIO DI SVILUPPARE LA SINDROME DEL PIEDE DIABETICO, dalla quale non si guarisce più.

Pubblicato in Uncategorized | Commenti disabilitati su Dal piede a rischio al piede diabetico il passo é breve

Un unico caso ma molti concetti fondamentali

Concetto del piede diabetico 
L’arteriopatia, la neuropatia, le scarpe strette sono grandi problemi da affrontare.
Concetto vulnologico 
Rossore, calore, gonfiore, dolore (poco perché neuropatico) sono segni di infezione.
Concetto podologico 
Le lesioni interdigitali sono pericolose perché aprono la porta ai batteri, le scarpe vanno sempre valutate.
Concetto linfologico 
Da quelle piccole lesioni si possono sviluppare infezioni (linfangiti, flemmoni) estremamente pericolose che mettono a rischio il piede; l’edema va sempre drenato per permettere la diffusione dell’antibiotico.

Trascurare anche solo un aspetto potrebbe rendere meno efficace la cura. Dott. F. Granata

Pubblicato in Uncategorized | Commenti disabilitati su Un unico caso ma molti concetti fondamentali

Trattamento olistico

Persona 50enne, con alterazione glicemica, obesità, flebedema, ulcera, distrofia pre tibiale, iniziale fibrosi terzo inferiore di gamba, distrofia ungueale e, soprattutto, ha già avuto episodi di dermatolinfangioadenite infettiva. Per evitare la progressione dei danni causati dal gonfiore e dalle infezioni è fondamentale drenare e mantenere sgonfie le gambe. È l’unico modo per fare prevenzione.

Pubblicato in Uncategorized | Commenti disabilitati su Trattamento olistico

Infarto in corso

Un bell’esempio di un cittadino che si é fidato subito e ha chiamato il centro di eccellenza del piede diabetico. In questi casi non c’è medicazione, farmaco o altro che funzioni. È necessario riaprire le arterie, fino al piede.

Pubblicato in Piede Diabetico | Commenti disabilitati su Infarto in corso

Effetti collaterali del bendaggio

Quando si esegue un bendaggio è importante dissipare le pressioni di contatto con la pelle, usando della ovatta o della foam. Se non viene fatto, si rischia di ledere il tessuto.
Nella foto A vediamo tante piccole lesioni secche della pelle, e curiosamente nelle foto B vediamo che seguono proprio l’inclinazione della benda.

Pubblicato in Linfedemi e flebedemi | Commenti disabilitati su Effetti collaterali del bendaggio

Come rendere autonoma dal bendaggio una persona linfopatica?

Nella mia esperienza vedo pochissimi bendaggi ben confezionati e spesso delle difficoltà ad indossare le calze elastiche. Esistono in commercio dei tutori a strappo in velcro che stiamo provando, che in alcuni casi possono aiutare il cittadino a rendersi autonomo e libero dal bendaggio. Nelle foto un esempio. Per ogni informazione scrivetemi pure. Grazie. Dr. Fabio Granata

Pubblicato in Linfedemi e flebedemi | Commenti disabilitati su Come rendere autonoma dal bendaggio una persona linfopatica?

Unghia incarnita in persona con diabete

Un unghia incarnita è molto pericolosa, può causare infiammazione, poi infezione e mettere a rischio amputativo il dito.

Non servono ne pediluvi, con acqua e sale, con bicarconato, con amuchina, con euclorina, ne antibiotici locali. Serve rimuovere la parte di unghia (specula) rimasta incastrata, mettere scarpe aperte e medicare con antisettico locale come betadine al 10% o amukine med 0.05% soluzione, garza sterile e cerotto.

Pubblicato in Piede Diabetico | Commenti disabilitati su Unghia incarnita in persona con diabete

Impronta del piede sulla scarpa

Quando vediamo un’impronta del piede sulla scarpa sappiamo che quella é una zona di ipercarico dove si formerà prima un callo e poi nel tempo un ulcera, che se si dovesse infettare causerebbe seri problemi. È meglio fare prevenzione, facendo una valutazione biomeccanica, cambiando calzature e se necessario realizzando un plantare.

Pubblicato in Le scarpe causano ulcere | Commenti disabilitati su Impronta del piede sulla scarpa

Calli apicali ulcerati

In questo caso abbiamo un persona settantenne, con morbo di Parkinson, deambulazione sull’avanpiede, alluce abdotto valgo, piede piatto, dita ad artiglio. Questo modo di camminare la porta a sviluppare dei calli apicali al 2 e 4 dito, che con il tempo diventano ulcere dolenti.
Arterie dei piedi in buone condizioni.

Sarà necessaria una calzatura di fase acuta, da indossare sempre quando si ha una lesione al piede, ed una medicazione giornaliera, per provare a portarla a guarigione.
Successivamente andrà cambiata la scarpa, che contribuisce moltissimo allo sviluppo del callo e dell’ulcera, per fare prevenzione ed evitare recidive.

Pubblicato in Calli | Commenti disabilitati su Calli apicali ulcerati