Dal piede a rischio al piede diabetico il passo é breve

A questa persona è stato tagliato solo l’angolo dell’unghia, tecnica errata. Non e stato considerato ha il diabete; ha la neuropatia; ha l’arteriopatia; ha le scarpe strette, corte e basse; ha ispessimento del vallo laterale che predispone ad unghia incarnita; ha avuto infezione locale (visibile cupola della vescicola); infine hanno lasciato un pericolosissimo pezzo di unghia (specula) e no ha ricevuto nessuna educazione sanitaria. Questa persona HA QUINDI UN ALTO RISCHIO DI SVILUPPARE LA SINDROME DEL PIEDE DIABETICO, dalla quale non si guarisce più.

Informazioni su Dott. Fabio Granata

Dott. Fabio Granata, infermiere, esperto wound care, specialista nel piede diabetico, specialista in linfologia, perfezionato nel trattamento dell’edema flebo-linfatico, iscritto al 3 anno del corso di Podologia, Studio in V. Verdi 47, Codogno (Lodi), cell. 3486717565, fabio.granata@pec.enpapi.it, iscritto al Ordine Professioni Infermieristiche di Mi-Lo-Mb n. 15284, P. Iva 08187150969
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.