Gestione del catetere vescicale a domicilio

Gentile cittadino, se sei portatore di un catetere vescicale le raccomandazioni scientifiche sono le seguenti:

la soluzione migliore è la valvola cateterica, se non ci sono controindicazioni, che va mantenuta inserita per tutto il periodo del cateterismo, evitando l’uso della sacca di raccolta;

la sacca di raccolta va mantenuta connessa per tutto il periodo del cateterismo svuotandola dal basso;

sono sconsigliate le sacche di raccolta a circuito aperto monouso senza valvole antireflusso e senza valvola di scarico;

è consigliata l’igiene quotidiana con acqua e sapone, mentre è sconsigliato l’uso di antisettici o antibiotici intorno al meato;

è consigliabile fissare con un cerotto il tubo della sacca di raccolta alla coscia destra e sinistra, addome destro e sinistro, alternandoli, in modo da non strattonare il catetere, ledere le mucose, causare traumi e sanguinamenti;

non ci sono prove sufficienti per suggerire l’assunzione dell’antibiotico prima del cambio del catetere, salvo casi particolari, ci sono invece prove che i germi diventano sempre più resistenti.


Ricorda che la corretta gestione del catetere vescicale riduce la probabilità di sviluppare infezioni.

dr. Fabio Granata

Informazioni su Dott. Fabio Granata

Dott. Fabio Granata, infermiere, esperto wound care, specialista nel piede diabetico, specialista in linfologia, perfezionato nel trattamento dell’edema flebo-linfatico, iscritto al 3 anno del corso di Podologia, Studio in V. Verdi 47, Codogno (Lodi), cell. 3486717565, fabio.granata@pec.enpapi.it, iscritto al Ordine Professioni Infermieristiche di Mi-Lo-Mb n. 15284, P. Iva 08187150969
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.